Milano: ex hotel Duomo in vendita: Bank of Montreal potrebbe comprarlo per 250 milioni di Euro.

L’ex Hotel Duomo a Milano in Corso Vittorio Emanuele, tra via Ugo Foscolo e via San Raffaele, oggi occupato da H&M, potrebbe essere acquistato dal colosso australiano Bank of Montreal, con la quale, l’attuale proprietà, l’imprenditore alberghiero Statuto, sta trattando in esclusiva. Il rogito potrebbe arrivare entro la fine dell’anno. Secondo fonti finanziarie il rogito potrebbe concludersi entro fine anno, anche se l’accordo è ancora in fieri e si è aggiunto in corsa un fondo tedesco, più altri pretendenti con offerte più basse. È una delle operazioni più grosse da molto tempo a Milano e avviene senza banche intermediarie. Per l’investitore australiano, non sarebbe la prima operazione in Italia: a inizio anno aveva comprato gli spazi Coin in via Cola di Rienzo, nel cuore di Roma.

statuto_spaSecondo alcune fonti il palazzo potrebbe ritornare alla sua originaria funzione alberghiera. Ormai nel settore sono quasi tutti stranieri gli operatori, soprattutto sulla fascia lusso. Per citare alcuni: i francesi di Accor, gli spagnoli di Melia (che dovrebbero aprire alla torre Galfa) e gli israeliani di Fattal Group che hanno rilevato l’Hermitage in piazza IV Novembre e la Torre Bonnet, ex sede di Unilever. Non viene, però esclusa la possibilità di una locazione nel settore retail, con affittuari commerciali di lunga durata.

l’imprenditore casertano Giuseppe Statuto ha sede milanese in via Monte di Pietà con edifici in piazza San Babila e via Montenapoleone, è anche proprietario del Four Season, del Mandarin (oltre che del Danieli di Venezia, uno degli alberghi di lusso più noti al mondo, frequentato dalle star di Hollywood), ha in corso il cantiere in via Brera per quello che, entro il 2018, dovrebbe diventare l’hotel W, gestito dal gruppo Starwood Marriott. Quest’estate si era aggiudicato per cinquanta milioni di Euro, il lussuoso hotel San Domenico di Taormina.